Tipologie di procedimento

Denuncia di nascita

Responsabile di procedimento: Torcoli Maurizio

Uffici responsabili

Area Servizi al Cittadino

Descrizione

La dichiarazione di nascita deve essere fatta da uno dei genitori, da un procuratore speciale, ovvero dal medico o dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, rispettando la volontà della madre di non essere nominata: entro 3 giorni presso la Direzione Sanitaria dell'ospedale o della casa di cura dove è avvenuta la nascita, oppure entro 10 giorni presso il Comune di nascita o di residenza, in questo caso solo dai genitori. Se la dichiarazione è fatta dopo più di dieci giorni dalla nascita il dichiarante deve indicare le ragioni del ritardo. In tal caso l'Ufficiale Stato Civile procede alla formazione tardiva dell'atto di nascita e ne dà segnalazione al Procuratore della Repubblica. Figli naturali riconosciuti: per la denuncia occorre la presenza del o dei genitori che intendono riconoscere il figlio. Figli naturali non riconosciuti: la denuncia deve essere fatta dal medico, dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto. L’Ufficiale Stato Civile forma l’atto di nascita e impone al nato il cognome e il nome e informa immediatamente il giudice tutelare e il Tribunale per i Minorenni per i successivi adempimenti. Normativa di riferimento: DPR 396/2000 – c.c.

Chi contattare

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
10 giorni dalla nascita

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: Non previsto
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
via Mazzini 2 - 25063 Gardone Val Trompia (BS)
PEC protocollo@pec.comune.gardonevaltrompia.bs.it
Centralino 030 8911583
P. IVA 00553520982
Linee guida di design per i servizi web della PA